New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)
HomeRICETTA

[RICETTA]

23
QUINTALI DI TORTELLI
CON LA CODA

Un numero di tortelli impressionante dà vita ad una delle più belle Feste Paesane d’Italia. Nel 2006 il comune di Vigolzone (PC) ha istituito tramite delibera il marchio De.Co. ai tortelli con la coda, depositando presso la Camera di Commercio di Piacenza la ricetta originale. Questa definisce alcune imprescindibili regole. Ve le elenchiamo con lo scopo di dare a tutti la possibilità di gustare il vero tortello con la coda De.Co. di Vigolzone.

– la pasta deve essere preparata con farina di grano tenero, uova e acqua
– il ripieno composto da grana padano Dop, ricotta, spinaci o biete freschi e noce moscata
– la maggior parte dei prodotti deve essere a Km 0
– le sfoglie sottili debbano essere tagliate in rettangoli dai lati variabili tra 70 e 100 mm
– la sfoglia viene richiusa a mano formando una treccia, con questa sequenza di chiusura: lato lungo, poi quello corto, quello lungo, ancora lungo ed infine corto così da ottenere la caratteristica chiusura simile ad una cucitura
– i tortelli vanno bolliti in acqua
– si considerano cotti quando vengono a galla
– il condimento è burro crudo ed è ammesso l’uso di salvia

[ RICETTA ]

IL TORTELLO CON LA CODA DE.CO.

INGREDIENTI PER IL RIPIENO:
- Ricotta - Grana padano D.O.P. - Spinaci o biete freschi - Uova - Noce moscata Fatto 100 il contenuto di ricotta, il Grana padano D.O.P. avrà peso variabile tra 18 e 22 e le biete, opportunamente sbollentate e appena spremute, tra 10 e 15.

INGREDIENTI PER LA PASTA:
- Farina di grano tenero 00 - Uova - Acqua - Sale Per ogni chilo di farina si utilizzano 5 uova che possono essere aumentate a seconda dell’umidità. La quantità d’acqua è variabile a seconda delle necessità dell’impasto, ma non deve superare i 20 cl, in modo da garantire la corretta compattezza della pasta durante la cottura. Preparare la pasta e lavorarla fino a ottenere delle sfoglie da cui ritagliare dei rettangoli di 70x100 mm. Preparare il ripieno tritando finemente le biete (o gli spinaci) e amalgamando tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno, sino ad ottenere una crema composita. Aiutandosi con un cucchiaio o con una forchetta, porre il ripieno al centro della pasta. Chiudere il rettangolo a mano in modo tale da ottenere la caratteristica chiusura simile ad una cucitura: lato lungo, poi quello corto, quello lungo, ancora lungo ed infine corto. Bollire i tortelli in acqua; si considerano cotti quando vengono a galla. Il condimento tradizionale è a base di burro crudo. È ammesso l’uso della salvia. In particolari occasioni, e durante il periodo di raccolta, i tortelli vengono serviti anche con un sugo rosso di funghi.